• Spedizione con Bartolini
  • Politica di restituzione in 365 giorni
  • Servizio hotline

Parka

(422 Articoli)

Filter 
Taglia
Scegli una Taglia:
Colori
Scegli una Colori:
Prezzo
    1. Scegli una gamma di prezzi:
      da
      to
Marche
Scegli una Marche:
Rilevanza
Rilevanza

Abbigliamento pratico per l’inverno che ti tiene caldo - il parka invernale

Alcune giacche impermeabili vengono vendute come giacce invernali, alcuni parka vengono venduti come giubbotto corto e viceversa. Tutto quest’abbigliamento ha una cosa in comune: ti proteggono del brutto tempo e ti tengono caldo asciutto. Un parka però è lungo e protegge sia le cosce sia il sedere. Il professionista della moda sa cosa distingue un parka buono:

  • Il cappuccio ti da fastidio- dove metterlo?
  • Quante tasche ti servono?
  • Che cos’è un parka vero?
  • Fodera calda è benissimo- ma cosa fare ai giorni più caldi?

Cappuccio non va insieme allo zaino – ci servono però quando piove

Un cappuccio che è inseparabile dalla giacca da spesso fastidio. Da fastidio allo zaino e significa un ulteriore peso. Non ti piacciono cappucci? Nemmeno noi! Ma giacche invernali senza cappuccio sono come Natale senza babbo natale! La soluzione: un cappuccio staccabile. Il parka gliel’aveva già nel tempo del militare, e si è conservato fino ad oggi. Quando il tempo è veramente brutto, puoi attaccare il cappuccio con buttoni, con chiusura lampo o con buttoni automatici. Quando fa bel tempo, il cappuccio sparisce in una delle tasche del parka.

Due grandi, tante piccole, o nessuna?

Un parka deve avere per forza delle tasche. Tradizionalmente ci sono all’altezza die fianchi due tasche grandi, con chiusura a bottone automatico, dove trovi spazio per tutte le tue cosa più importanti! Naturalmente c’è anche il cappotto mezzo lungo di stile casual per persone moderne e alla moda, che preferiscono parecchie tasche più piccole. CI stanno sia fazzoletti, chiavi, smartphone, cappelli, sia cure per le labbra, crema solare e tutt’altro che ti serve. Ti giuriamo! Per quelli tra di noi, che amano la semplicità, i produttori fabbricano ancora il giubbotto originale con solo due tasche giganti. Dentro, il tuo smartphone è cosi protetto come te!

La storia del parka

La storia del parka è lungo come il quale stesso. Originalmente venne e viene ancora indossato dai eschimesi in Alaska e Siberia. Tradotto in italianoparqaaq significa calore – e un parka tiene veramente molto caldo! Il militare prese quell’abbigliamento tra giacca e giubbotto e lo muni di fodera e cappuccio staccabile. E così il parka arriva anche alla popolazione civile: alla fine degli anni sessanta la giacca invernale fu l’abbigliamento adeguato di un movimento giovanile, che fu sempre in giro sulla vespa e cerò di proteggere il suo abbigliamento prezioso dal tempo. I parka, di colori semplici come nero, azzurro o verde scuro, diventarono velocemente accessori di moda. Nella scena punk il parka fu molto amato e lo ornano diversi logo e toppe. Ancora oggi questa giacca è famosa e un vero tuttofare nel settore outdoor.

Outdoor dal capo ai piedi, anche in primavera!

La tua giacca invernale è molto funzionale. E questo non solo grazie alle tasche, al cappuccio e il caldo che ti garantisce, ma anche perché è una giacca svariata. Anche la fodera puoi staccare. Così hai una giacca che puoi indossare sia ai giorni freddi e piovosi che ai giorni miti della primavera, e non devi comprarti due giacche diverse.